LO STAFF DELL'ESSENZA AUGURA BUONE FESTE!

ABBONDANZA E FELICITA'!

Ci piace condividere con voi questa favola per meditare...

 

C’era una volta un piccolo Paese. Nel piccolo Paese c’era un piccolo fornaio che lavorava il giusto, né troppo né poco. E infatti quel giorno lì era di domenica nel piccolo Paese e il piccolo fornaio se ne stata a casa, nella sua piccola casa, insieme alla piccola moglie. Però a un certo punto al piccolo fornaio gli venne voglia di una pagnotta di pane. Disse, ma sì, vado a lavorare un’oretta e mi faccio ‘na bella pagnotta di pane in più per questa piccola domenica. Disse alla moglie “Vado a fare una pagnotta e la riporto a casa per il pranzo”.
Uscì fuori, si mise la strada sotto le scarpe e arrivò al forno, lavorò un’ora e fece ‘na bella pagnotta di pane. Poi uscì dal forno per tornarsene a casa con la sua pagnotta di pane. Lungo la strada incontrò il piccolo salumiere del piccolo Paese, che nonstante fosse domenica, pure lui lavorava. Il piccolo salumiere disse al piccolo fornaio:
“Ma che fai? Ti mangi il pane e basta? Senza companatico? Lo vorresti un po’ di salame?”
“E magari”, gli disse il piccolo fornaio, “ma con che te lo pago?”
“Mi dai la pagnotta di pane e io ti do il salame”, gli disse il piccolo salumiere.
“Ma se ti do la pagnotta di pane, poi io rimango senza pane… solamente col salame”, gli rispose il piccolo fornaio.
“Ma no”, gli disse il piccolo salumiere “Il piccolo Paese è un piccolo Paese capitalista. Si lavora e si produce… e più produci più consumi. Produci e consuma, produci e consuma!”
“Certo!” disse il piccolo fornaio. A quel punto il fornaio parve di capire il discorso e corse al forno, lavorò un’altra ora e tornò nel suo piccolo forno e fece un’altra pagnotta di pane. Lavorò un’altra ora, perciò dopo due ore di lavoro uscì fuori con queste due pagnotte. Una la dette al piccolo salumiere, e il piccolo salumiere in cambio gli dette un piccolo salame. Così adesso tutto contento il piccolo fornaio con il pane e il companatico se ne tornò verso casa.
Però lungo la strada incontrò il piccolo oste, che nonostante fosse domenica pure il piccolo oste quella volta lì lavorava. Il piccolo oste disse al piccolo fornaio:
“Ma che fai? Muri a secco? Mangi pane e salame e non bevi? Non lo vorresti un bel bicchiere di vino? Lo vuoi un fiasco di vino? Te lo do?”
“E magari” gli disse il piccolo fornaio “ma con che te lo pago?”.
“Me lo paghi col pane e col salame che c’hai”.
“E vabè”, gli dice il piccolo fornaio “ma se ti do il pane e salame e mi prendo il vino, io poi c’ho il vino e che ci mangio insieme al vino che ho preso da te?”
“Ma no”, gli disse il piccolo oste “il piccolo Paese è un piccolo Paese capitalista. Bisogna lavorare. Se lavori…produci, e più produci più consumi. Produci e consuma, produci e consuma!”
” E già…”, quel piccolo fornaio si ricordò che l’aveva già sentita ‘sta cosa. Corse al piccolo forno e lavorò altre due ore, fece altre due pagnotte e potè comprare il salame dal salumiere. Quindi col salame e col pane che aveva prodotto prendersi un bel fiasco di vino dall’oste.
E così adesso tutto contento, dopo mezza giornata di lavoro, quella domenica lì nel piccolo Paese, il piccolo fornaio se ne tornò verso casa con il pane, con il salame e con il suo fiasco di vino.
Lungo la strada però incontrò il piccolo sarto del piccolo Paese, che nonostante fosse di domenica pure lui quel giorno di domenica lavorava. Il piccolo sarto fermò il piccolo fornaio e disse:
“Piccolo fornaio, ma che fai? Vedo che sei un benestante, ormai… C’hai da mangiare e da bere, e vai in giro come un barbone? Co’ ‘sti vestiti vecchi, tutti sporchi di farina? Ma lo vorresti un abito nuovo?”
“E magari” disse il piccolo fornaio. “Ma con che te lo pago un abito nuovo?”
“E con che me lo paghi…” disse il piccolo sarto del piccolo Paese “Mi dai pane, salame e un fiasco di vino e io ti faccio un bel vestito nuovo”.
“Ma se ti do pane, salame e un fiasco di vino”, gli disse il piccolo fornaio “senza pranzo che mi mangio io? Vado a casa vestito per bene, ma rimango a stomaco vuoto”
“Ma no”, gli disse il piccolo sarto del piccolo Paese “il piccolo Paese è un piccolo Paese capitalista. Bisogna lavorare. Se lavori…produci, e più produci più consumi. Produci e consuma, produci e consuma!”
“Certo…” disse il piccolo fornaio che sapeva bene come comportarsi. Corse al piccolo forno e lavorò n’altra mezza giornata e dopo quattro ore fece tante pagnotte per poter dare il pane al sarto e potergli anche comprare il vino e il salumiere.
Finalmente, dopo una gionata intera di lavoro e di fatica, stanco ma felice, se ne tornò a casa col vestito pulito. Si mise seduto vestito per bene e cominciò a mangiare il suo pranzo che ormai era diventato una cena.
Appena seduto la moglie disse: “Oh… Sei uscito per fare ‘na pagnotta, dovevi tornare dopo un’oretta e invece sei stato fuori tutto il giorno. Adesso che torni ben vestito e con una cena completa ti mangi tutto da solo. Lo sai che chi mangia da solo se strozza? Dammi almeno un pezzo di pane”.
“No”, rispose il piccolo fornaio “Non ti do un pezzo di pane. Adesso siamo ricchi e tu sei mia moglie e quindi devi avere pure tu la pagnotta di pane e un salame e del vino e un vestito nuovo! Ho lavorato e guadagnato tanto e lavorerò e guadagnerò per tutt’e due. Noi viviamo in un piccolo Paese capitalista. Se lavori…produci, e più produci più consumi. Produci e consuma, produci e consuma!”
E così il piccolo fornaio lasciò tutto quanto e corse a lavorare nel suo piccolo forno. Lavorò tutta la notte e dopo tante ore di lavoro finalmente tornò a casa con la cena fredda e un altro vestito per la moglie. La trovò che dormiva e pure lui, che era stanco morto, si addormentò senza la forza per mangiare.
La mattina appresso non si svegliò. La sera prima era stanco morto, adesso era morto e basta. Cosi la moglie quando si svegliò e lo trovò morto fece una piccola telefonata. Chiamò il piccolo becchino e il piccolo prete del piccolo Paese. “Facciamogli la messa”, disse il piccolo prete. “Facciamogli il funerale”, disse il piccolo becchino.
La vedova sembrava indecisa. “Ma voi siete benestanti”, disse il prete. “C’avete da mangiare e da bere… pane, companatico, vino. Siete vestiti bene”. “Pure noi vogliamo mangiare, bere e vestirci meglio”, aggiunse il becchino.
Cosi la piccola moglie del piccolo fornaio capì e uscì fuori per andare al forno a lavorare. Camminava per strada la piccola moglie intanto vedeva che per le strade del piccolo Paese si muovevano e andavano al lavoro piccoli fornai, piccoli salumieri, piccoli osti, piccoli sarti, piccoli preti e piccoli becchini, piccoli operatori di call center e piccoli cassieri di supermercato, piccoli operai e piccoli impiegati, piccole maestre e piccoli soldati. Tutti correvano al lavoro.
Era un’altra bella giornata nel piccolo Paese capitalista. Intanto la radio trasmetteva una famosa canzonetta. La musica era allegra, il ritornello orecchiabile restava nel cervello. Diceva: “Produci e consuma…”.
“Produci e consuma…”, diceva la televisione.
“Produci e consuma…”, c’era scritto sui giornali.
Produci, consuma e… crepa.

Ascanio Celestini

Articoli Recenti

orari straordinari dicembre 2019

Aperture straordinarie del mese di Dicembre   Domenica 8 Dicembre Domenica 15 – 22 Dicembre siamo aperti al mattino: dalle ore 9.00 alle ore 12,30 al pomeriggio: dalle ore 15.00 alle ore 19.00   Lunedì 9 - 16 - 23 Dicembre siamo aperti al mattino: dalle ore 9.00 alle ore 12,30 al pomeriggio: dalle ore 15.00 alle ore 19,30   Il venerdì orario continuato dalle ore 9.00 alle ore 19.30   Lo staff dell’essenza augura a tutti Buone Feste!       Read More

Black Friday puroBIO! dal 29 novembre al 2 dicembre

Arriva il Black Friday di puroBIO.   Dal 29 novembre al 2 dicembre 2019, effettuando un’acquisto minimo pari a € 15,00 di prodotti puroBIO potrai richiedere in omaggio, subito in cassa, un Matitone Duo Labbra RESTYLE 2019.   APPROFITTANE! Read More

E' arrivato TERRAVUOVA di Dicembre : pensa e vivi ecologico!

In vendita presso di noi il nuovo numero di TERRANUOVA PENSA E VIVI ECOLOGICO! Gli articoli in primo piano su Terra Nuova Dicembre 2019: Read More

Prodotti Del Mese

  • KI ama BIO - Le grandi offerte del mese di Ottobre 2019

    KI ama BIO - Le grandi offerte del mese di Ottobre 2019

    Clicca sul link per scoprire tutte le offerte Ki ama Bio del mese di Ottobre 2019!

     

    VOLANTINO KI AMA BIO

    Read More
  • LE GRANDI OFFERTE CUOREBIO DI OTTOBRE 2019

    LE GRANDI OFFERTE CUOREBIO DI OTTOBRE 2019

    Clicca sul link per scoprire tutte le promozioni CUOREBIO del mese di Ottobre 2019!

     

    VOLANTINO CUOREBIO

    Read More
  • 1
  • 2

Newsletter